NS12 è PMI Innovativa
0689178001

Le soft skill più richieste nel post pandemia: quali sono?

Sui principali motori di ricerca a “soft skill” sono associate frasi quali “perché sono importanti per lavorare” o “quali sono le più richieste in sede di colloquio” e di esempi se ne potrebbero fare innumerevoli.

Sono molteplici gli articoli che elencano le principali soft skill, classificandole e distinguendole dalle hard skill.

Non ci soffermeremo molto sul significato di soft skill (le competenze trasversali, relazioni o meta competenze) dato che una definizione univoca non c’è.

Piuttosto andremo a vedere come e perché le soft skill sono sempre più importanti in un contesto di lavoro post covid.

Lo scenario

La pandemia ha modificato notevolmente abitudini, ritmi e contesti di lavoro.

Per questo motivo sono necessarie, oltre a un potenziamento dei requisiti tecnici e dei titoli professionali, determinate abilità relazionali e comportamentali per affrontare nel migliore dei modi quello che è uno scenario completamente nuovo e in continua mutazione.

Soprattutto in questa fase di lenta e incerta ripresa, le aziende stanno vivendo una fase critica o comunque di “assestamento”. I quesiti ai quali si fatica a trovare una risposta sono molteplici: come verrà rimodulato lo smart working? come gestire il rientro a lavoro? quali attività sono o dovranno cambiare per via della pandemia?

Ma, soprattutto…quale scenario lavorativo bisognerà affrontare?

È chiaro che il primo sentimento dominante, di fronte a tutte queste domande, è l’incertezza.

“Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento”

Quante volte abbiamo sentito questa frase? In questo periodo, ancora di più, la capacità di affrontare le difficoltà e i cambiamenti dettati dalla pandemia non è solo una mera attitudine positiva, ma una vera e propria necessità.

Di seguito le soft skill più richieste per non farsi condizionare negativamente dalla fase di transizione economica e lavorativa che stiamo attraversando.

Quelle appena elencate sono solo alcune delle competenze trasversali che servono per valorizzare la propria professionalità e per tenersi pronti al cambiamento dettato dal post pandemia.

A prescindere da quelle che sono e saranno le esigenze del mercato del lavoro in epoca covid19, le skill descritte sono e saranno sempre fondamentali.

Un’azienda che punta sulla valorizzazione delle risorse, incoraggiando lo sviluppo delle soft skill individuali, si dimostra una realtà competitiva e vincente.